Leggere, perchè?

Siamo costantemente circondati da una realtà virtuale, ricca di immagini, informazioni e colori.

Immagini colorate ci sfiorano la mente e catturano la nostra attenzione, chi non si è mai fatto attrarre da un’immagine forte, dai colori sgargianti, magari un paesaggio raffigurante un tramonto?

In un mondo ricco di immagini, ci si immerge facilmente, siamo connessi a tutto, abbiamo la sensazione di aver tutto a portata di un click.

Vuoi vedere l’alba a mezzogiorno?
Basta un click.

Vuoi vedere una spiaggia con la sabbia che splende mentre sei in montagna durante una nevicata?
Basta un click.

Vuoi vedere da vicino una balena?
Basta un click.

Il lettore più attento, presto, obietterebbe che anche qualche anno fa si sarebbe potuto sfogliare un album fotografico amatoriale o un libro di foto d’autore per poter ammirare queste meraviglie e altre ancora.

Vero, verissimo, ma era comunque un processo meno immediato, meno piegato al nostro volere, non potevi essere seduto su un treno ed avere subito a portata di mano un album di fotografie in ogni momento? No?

Ora abbiamo tutto a portata di un click, nonostante questo, ancora si legge, ancora ci si fa guidare in un mondo diverso, né reale né virtuale, in cui tutto appare altrettanto colorato e le sensazioni vissute sono quasi più piene, più vere del vero.

Si legge perché solo la nostra fantasia, guidata dalle parole che estraiamo dal foglio e facciamo nostre, è davvero in grado di portarci a sfiorare un mondo sempre nuovo anche se sempre uguale a se stesso.

Non ci credete?

Scotta, i polpastrelli vorrebbero far cadere la tazza che tengono stretta.

Si abbracciano, le mani attorno ad una tazza bollente, assaporano il calore del liquido che ella contiene.

Il vapore fiorito si infrange sul naso che assaggia il profumo e diventa umido come quello di un gattino.

La camomilla si appropria della stanza, scivola sulle pareti perdendosi tra i libri riposti accuratamente nella libreria dello studio.

Accanto alla scrivania una sedia a dondolo.

Si culla l’avvocato Bisbiglio.

Ammira il suo studio, il crudo studio di un anziano avvocato che ora sa di camomilla, la bevanda che sua nonna, signora di antica saggezza, gli preparava quando era poco più di un bambino.

Avvicina le stanche labbra al bordo della tazza, lentamente qualche goccia del liquido scivola in bocca, ora non scotta, ora è del giusto calore.

Il primo sorso come un ruscello tranquillo giunge a scaldare il cuore ed ecco i ricordi.

Un sorriso appare sul volto dell’avvocato Bisbiglio, il calore del sole di un pomeriggio in campagna accarezza il suo intimo, un ricordo che solo la camomilla può far riaffiorare.

Ora, ditemi se, guardando una foto dell’avvocato Bisbiglio seduto sulla sua sedia a dondolo, avreste potuto cogliere le sfumature e il sentimento che dietro ad un semplice gesto si nascondono.

Per questo si legge, per provare qualcosa che nel virtuale ancora non possiamo trovare.

Questa volta l’immagine che concluderà lo scritto sarà di natura diversa, molto più degna della nostra giostra.

PicsArt_06-07-03.39.15

11 commenti su “Leggere, perchè?

  1. Annalisa Cotrozzi

    Leggo molto da sempre..ho amato leggere da quando ho imparato in prima elementare..e non ho mai smesso. E’ come entrare nelle vite degli altri, nei loro pensieri..in luoghi che non esistono ma che vorrei esistessero, in posti lontani che non vedrò ma posso immaginare dalle parole. I libri sono importanti, danno vita a speranze e desideri…quanto avrei voluto saper scrivere…

    • Grazie per aver commentato e letto anche questo giro di giostra!! 🙂
      Concordo con tutto quel che hai scritto, i libri sono importanti perché portano la mente altrove, creano nuovi orizzonti e nuove idee, per questo sogno di poter essere il giostraio di una giostra piena di passeggeri, per regalare emozioni e creare mondi attraverso semplici parole, non so se “scrivo bene” ma ci sto provando e l’emozione di essere letta è meravigliosa!!
      Ti auguro una buona serata sperando che tu voglia salire ancora sulla mia giostra! 😉
      A presto!

  2. Leggere è fondamentale e i bambini andrebbero invogliati a prendere un libro in mano già prima dell’età scolastica. I libri da disegnare, da colorare sviluppano curiosità e fantasia. Il bambino crescerà e saprà, involontariamente il valore delle parole scritte.

    • Buon giorno Di Renzo, grazie infinite per essere salito su questa piccola giostra e per questo tuo commento, spero tu abbia voglia di leggere ancora, ogni venerdì ci sarà un nuovo giro di giostra.
      Tornando all’argomento di questo giro, hai proprio ragione, speriamo che una matita e un semplice libro da colorare possano sempre vincere sulla tecnologia, prima i libri e poi, una volta cresciuti, i tablet, speriamo che l’evoluzione non ci faccia perdere il piacere della semplice lettura!
      Ti auguro una buona giornata, al prossimo giro.
      Il giostraio.

  3. Mio papà ci ha insegnato l importanza di leggere, per conoscere per imparare per essere vivi.io lo sto facendo con i miei figli. Tutto è a portata di clik ora più semplice e veloce,ma l emozione di leggere un libro è un altra cosa.trovarsi in una stanza piena di libri non è come guardare lo schermo del PC.

    • Buon giorno, non ti sei firmato/a quindi se è la prima volta che leggi e commenti, grazie di cuore, spero tu vorrai leggere ancora, ogni venerdì ci sarà un nuovo giro di giostra 🙂
      Hai proprio ragione, ho provato a far capire questa sensazione attraverso questo giro di giostra, abbiamo tutto a “portata di mano”, ma far “lavorare” la nostra fantasia è tutt’altra cosa, aiuta a crescere, a conoscersi meglio, ad avere la capacità di andare oltre, percepire emozioni e sfumature diverse, mi auguro che sempre più genitori inizino a trasmettere l’amore per i libri, leggere è importante!
      Ti auguro una buona giornata, grazie ancora per questo tuo commento.
      Il giostraio.

      • Ciao,scusa mi sono scordata a firmare qui…..ti seguo su twitter 😊.qui è la prima volta che commento.come sempre riesci a trasmettere emozioni, buona giornata a presto.

        • Ciao Daniela!!!
          Grazie infinite per aver lasciato questo commento, i commenti aiutano il sito ad essere vivo, quindi ti ringrazio molto:-)
          Ancora buona giornata e al prossimo giro di giostra, cioè domani!
          Il titolo già lo sai 🙂
          A prestissimo.
          Il giostraio.

  4. Adoro leggere, adoro scrivere, adoro studiare… e ne ho fatto anche la mia passione imparando a leggere le scritture degli altri.
    Grazie dell’invito, è un sito molto particolare, dove si respira aria di magia.

    • Buon giorno Marilena,
      in primis ti ringrazio per aver accolto il mio invito a leggere, grazie!
      Sono molto felice che questa piccola giostra ti sia piaciuta, ogni venerdì pubblico un nuovo giro di giostra, come avrai avuto modo di intendere, il fine ultimo è lasciare un’emozione, uno spunto di riflessione.
      Ti auguro un buon lunedì.
      Il giostraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.